#WINEPAIRING ft SELLA & MOSCA

Ecco un altro episodio per tutti i nostri golosi di Cantina Social. Torna il winepairing, torna la cucina di Cantina Social e tornano i suoi abbinamenti!

Nonostante sia inverno e nell’ultimo articolo vi abbiamo parlato del preparasi al natale, ad Adriano è presa una vena di malinconia e ha voluto fare un tributo a due cose… l’estate e alla regione d’adozione del nostro super JOHN, la Sardegna!!

Sono comunque giorni caldi, quando non piove o non nevica, beh… ovviamente… e quindi, in una assolatissima pausa pranzo, ad Adri gli è preso il trip della cucina è si è fatto un bel piatto semplice ma allo stesso tempo complesso. Molto facile da preparare e soprattutto molto interessante da un punto di vista del gusto. Gastronauti di Cantina Social, date il benvenuto allo

SPAGHETTO RISOTTATO AL BURRO DI ALICI E PANE ALLE ACCIUGHE.

Non ci siamo inventati nulla, non vi preoccupate, abbiamo semplicemente utilizzato un paio di tecniche che solitamente si usano per il risotto e le abbiamo usate per farci una pastasciuttta sfiziosissima!

PROCEDIMENTO BURRO ALLE ALICI

Grazie all’eccellente materia prima reperita dal grandissimo ARMATORE DI CETARA, abbiamo preso le loro prelibate alici e le abbiamo fatte fatte sciogliere per bene, come, semplicemente utilizzando pochissima acqua calda e girando velocemente all’interno della pentola con una forchetta quattro o cinque alici. Una volta che si sono ben sfaldate, abbiamo preso del burro e lo abbiamo incorporato alla “crema di alci”, il tutto fatto nella stessa pentola ma al di fuori della fiamma. Una volta che si è ben amalgamato con il burro compattarlo in una forma quadrata e riporlo in frigorifero.

PROCEDIMENTO SPAGHETTO RISOTTATO

Proprio come dice la parola stessa, l’unica cosa da fare è pensare di avere al posto degli spaghetti del riso. Quindi, dopo aver preparato un bel brodo, nel caso in cui vi avanzassero dei pezzi di pesce o di crostacei sarebbe anche meglio, iniziare ad aggiungerlo all’interno della pentola dopo aver messo la quantità giusta di spaghetti e avergli dato una bella “tostata” a secco. Continuare ad aggiungere poco brodo per volta per permettere all’amido della pasta di fuoriuscire lentamente e di creare una bellissima cremina che legherà in maniera sublime il vostro spaghetto. Una volta arrivati a cottura, i tempi sono ovviamente più lunghi della cottura classica, ci potete aggiungere quello che volete!

Adriano in questo caso ci ha aggiunto, una volta tolto dal fuoco, il burro alle alici che abbiamo preparato prima, proprio per dargli un bel kick di gusto e soprattutto legare ancora di più la pasta.

PROCEDIMENTO PANE ALLE ACCIUGHE

Vi ricordate come abbiamo sciolto le alici prima vero? bene… questa volta il procedimento è simile ma diverso in un piccolo dettaglio. Invece di scioglierle nell’acqua calda lo abbiamo fatto nell’olio, questo perchè non volevamo mischiare due grassi diversi, uno vegetale e uno animale… ci stiamo pur sempre avvicinando alle feste eh. Ma soprattutto perchè in questo caso, quello che poi andremo a fare, sarà tostare il pane in questo bell’olio profumato e niente come l’olio aiuta il pane a diventare croccante. Potete usare qualsiasi tipo di pane, ricordatevi che, in questo caso, più il pane sarà ricco di mollica, più assorbirà il gusto delle acciughe. Una volta reso bello crunchy, dire croccante era troppo scontato, non vi serve altro che un coltello, o una grattugia per cospargerlo sopra la pasta.

IMPIATTAMENTO

Fare un bel nido con una pinza e un mestolo, non vi preoccupate, l’amido e il burro vi aiuteranno a renderlo bello compatto e fare un bel nido solido. Aggiungete due o tre acciughe in giro per il piatto a piacere e aggiungete il pane. NON DIMENTICATEVI però di aggiungere, prima di fare il nido, il nettare degli dei, ovvero la COLATURA DI ALICI, in modo da dare un’esplosione di sapore al vostro piatto e di stupire i vostri commensali.

ABBINAMENTO

Aver scoperto il TORBATO è stato qualcosa di meraviglioso e soprattutto aver scoperto che SELLA E MOSCA si dedichi così tanto alle varietà autoctone ci ha davvero colpito. Un po’ come ci ha colpito il naso di questo vino. Un vino quasi aromatico, un vino in cui ci senti davvero il mare ma soprattutto ci senti le erbe aromatiche della Sardegna! Per non parlare della bocca, un ingresso davvero elegante, fresco e e che soprattutto ti riempe di sapidità, lasciandoti la bocca pulita e soprattutto prontissima per un boccone di questa bella pasta che nella sua semplicità risulta molto complessa a livello di gusti. La grande acidità permette alla menteca di burro e amido di scivolare via benissimo, amplificando i sentori sia del vino che delle acciughe nelle varie forme e consistenze. Davvero una bellissima scoperta, soprattutto per essere stata una pausa pranzo volante e soprattutto fatta da soli. È questo il bello degli abbinamenti, a volte trovi cose davvero particolari, a volte fai degli abbinamenti di contrasto mentre in altri casi, puoi davvero fare un viaggio per l’italia senza esserti mosso dalla tua cucina. Siamo davvero contenti di sapere che Sella e mosca si impegni così tanto a preservare vini e vitigni del genere, perchè davvero sono un grandissimo patrimonio. Soprattutto quando scopri il lavoro fatto dietro questo vino, La Cuvée 161 è la massima espressione del Torbato di Sella & Mosca, quella in cui il carattere di quest’uva antica si fonde all’unicità dei suoli millenari di origine marina e alla visione contemporanea della cantina. Un lungo periodo di élevage sui lieviti, unito a una piccola quota fermentata in barrique, permette di ottenere un vino strutturato e complesso.

Una bellissima esperienza che vi consigliamo caldamente di replicare insieme a questi grandi prodotti, i vini di Sella e Mosca e i tesori del mare di Armatore Cetara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: