Chapter 3: Fuga in Chianti, PARTE I “Niente paura”

Escape in Chianti, Part I “No Fear”
If you are in Greve, in Chianti, and you start to feel a bit peckish, which is that subtle “I’m not hunger but fancy something good” or it works the same even if “at lunch a sandwich and now my hunger has made me blind” (thank you television for the education).

3.2

There are plenty of  places to go, but I’ll tell you one that rests above them all:                The Antica Macelleria Falorni, in Piazza Matteotti.
A surreal place where it is literally raining hams (see photo). Inside, you can:
Buy from their ridiculous assortment meats and cheeses                                                   Wine tasting by the glass or bottle
Buy bottles
Eat and Drink
Needless to say that I have opted for the last choice… from the menu it is easy to be enticed by everything but the proposal of tartare has tickled my fancy (I have a weakness for the tartare)… and who doesn’t want to try “Al fuoco del Chianti”?
Steak Tartare with a touch of the Mediterranean anchovies, capers, oregano and chili (here comes the fire (fuoco)…).
How could you not pair it with a Chianti, that represent over 90% of the wine in the restaurant,  giustamente. My humble palate did not enjoy the raw meat, anchovies and Chianti, with the dare .I say roaring tannins… In short in my opinion too many roosters in only one chicken coop… but no fear (My grandmother always used this expression) there is always a remedy to  everything…

All I needed to do was adequately alternate the sips of wine with food and it was
immediately magic, you will love the land of Chianti, davvero amarete… The wine in question was in fact the Chianti Classics 2015 Ama, pleasant, and satisfactory, purchased in the aforementioned place at about 20€ per bottle, a little more.

(I do not know if you understand the game of words, but I tried… love, amarete, love… oh well)

Notes and curiosity:
Even Macelleria Falorni is social #anticamacelleriafalorni #eatdifferent. I still haven’t visited it, but I am told that Castello di Ama is a wonderful place where besides the
good wine you will also find hospitality and a wonderful food, http://www.castellodiama.com
During winter in Greve, it is difficult to find open seats for the night, numerous farmhouses close for  a little winter R&R, but the Albergo del Chianti is always open in piazza Matteotti.

 


Se ti trovi in Greve in Chianti e ti viene un certo languorino che possiamo tradurre sia con “non è fame ma voglia di qualcosa di buono” oppure funziona lo stesso anche se “a pranzo un panino e adesso non ci vedo più dalla fame” (grazie televisione che mi hai cresciuta) di posti dove andare ce ne sono, ma io ve ne segnalo uno su tutti: l’antica macelleria Falorni, in piazza Matteotti. Un posto surreale dove, letteralmente, piovono prosciutti (vedi testimonianza fotografica), all’interno è possibile: acquistare salumi e formaggi con imbarazzo della scelta degustare vino al calice o bottiglia acquistare bottiglie bere e mangiare.
Inutile dirvi che io ho optato per l’ultima scelta… dal menù è facile farsi invogliare da tutto, ma la proposta di tartare ha stuzzicato il mio interesse (ho un debole per la tartare)… e vuoi non provare quella che si chiama “Al fuoco del Chianti”?
Tartare di manzo con un tocco mediterraneo di acciughe, capperi, origano e peperoncino (ecco che arriva il fuoco…).
Come non abbinarla ad un vino Chianti, che per altro rappresenta, giustamente, il 90% dell’offerta vino del posto. Il mio umile palato non ha apprezzato molto l’accostamento di carne cruda, acciughe e Chianti, dal tannino oserei dire ruggente… insomma a mio modesto parere troppi galli in un solo pollaio… ma niente paura (questa espressione la usava sempre mia nonna) a tutto c’è rimedio… è bastato alternare adeguatamente i sorsi di vino al cibo ed è subito magia, vi innamorerete delle terre del Chianti anzi le Amerete…

Il Vino in questione infatti era il Chianti Classico 2015 di Ama, gradevole e soddisfacente, acquistabile nel suddetto posto a circa 20€ a bottiglia, poco più. (non so se l’avevate capito il gioco di parole, ma io ci ho provato… amerete, ama… vabbè)

NOTE e CURIOSITÀ:
Anche Macelleria Falorni è social #anticamacelleriafalorni #eatdifferent
Io ancora non l’ho visitato ma mi dicono che Castello di Ama è un posto stupendo dove oltre al buon vino troverete anche ospitalità e ristoro, http://www.castellodiama.com
A Greve in Chianti in inverno è difficile trovare posti aperti per la notte, i moltissimi agriturismi chiudono per il riposo invernale, ma è disponibile l’Albergo del Chianti sempre in piazza Matteotti.

 

23846861_10155188568523526_1063344252_o.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: